Una Tantum per il CCNL emittenti televisive e radiofoniche locali



Spetta, a settembre, la seconda e ultima tranche di una tantum per i lavoratori delle imprese radiofoniche e televisive in ambito locale


Le imprese del settore radiofonico locale devono corrispondere ai lavoratori dipendenti rientranti nell’ambito di applicazione del CCNL il secondo importo a titolo di “una tantum” per il periodo di vacanza contrattuale a settembre 2019, come da tabella che segue.
Gli importi a titolo di “una tantum” sono dovuti sia ai dipendenti a tempo indeterminato, sia ai dipendenti a tempo determinato.
Tali importi vengono riconosciuti ai lavoratori in forza al 25/9/2018 (data di sottoscrizione della presente scrittura) e coprono il periodo di vacanza contrattuale (di 104 mesi) intercorrente tra il 1/1/2010 e il 31/8/2018.


In caso di dipendenti che hanno lavorato solo per una parte di tali 104 mesi, ovvero che hanno prestato o prestino attività lavorativa part-time, l’una tantum deve essere riproporzionata sulla base del periodo e dell’orario di effettivo lavoro.
L’una tantum è dovuta anche agli apprendisti.
Per quanto riguarda le assenze, ai fini del riconoscimento dell’una tantum, vengono escluse solo le aspettative non retribuite.In caso di intervenuto passaggio di livello o di qualifica, l’una tantum viene riconosciuta in modo proporzionale.


 


EMITTENTI TELEVISIVE LOCALI


 
























Livello

Importo

1 198,00
2 181,50
3 169,50
4 157,50
5 150,00
Quadro A 240,00
Quadro B 225,00


 


EMITTENTI RADIOFONICHE LOCALI


 





















Livello

Importo

1 188,69
2 172,97
3 161,18
4 154,16
5 150,00
Quadro B 212,28