Trasporto rifiuti: per il transfrontaliero è valida l’autorizzazione dell’autorità Svizzera


L’autorizzazione rilasciata dalla Confederazione Svizzera, relativa ai trasporti bilaterali su strada in transito sui territori della Comunità Europea e della Svizzera, è titolo idoneo ai fini dell’iscrizione nell’Albo nazionale dei gestori ambientali (Ministero ambiente – circolare n. 5/2019).

Ai fini dell’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali, le imprese di trasporto transfrontaliere devono attestare il possesso della licenza comunitaria o dell’autorizzazione internazionale dell’autotrasporto di merci ove previste.


Il Ministero dell’Ambiente ha precisato che l’autorizzazione rilasciata dall’Autorità Svizzera vale quale assolvimento del suddetto requisito e del relativo requisito della capacità finanziaria.


Con riferimento invece al requisito relativo alla regolarità contributiva previdenziale ed assistenziale a favore dei lavoratori, il Ministero segnala che la verifica dello stesso è da effettuarsi esclusivamente sui primi due pilastri del sistema di previdenza della Confederazione Svizzera in quanto obbligatori (assicurazione federale vecchiaia, superstiti e invalidità; previdenza professionale) e non sul terzo pilastro (previdenza individuale) che risulta essere istituto come complementare e facoltativo.