Stabilimenti balneari in catasto


Gli stabilimenti balneari devono presentare gli atti di aggiornamento catastale per le strutture realizzate sull’arenile demaniale, anche per quelle semplicemente appoggiate sulla spiaggia (Agenzia Entrate – risposta n. 372/2019).

Sono soggette all’iscrizione in Catasto e al successivo aggiornamento tutte le unità immobiliari, costituite da una porzione di fabbricato, o da un fabbricato, o da un insieme di fabbricati ovvero da un’area che, nello stato in cui si trova e secondo l’uso locale, presenta potenzialità di autonomia funzionale e reddituale.
Sono inoltre considerate unità immobiliari i manufatti prefabbricati ancorché semplicemente appoggiati al suolo, quando siano stabili nel tempo e presentino autonomia funzionale e reddituale.
Al fine di poter quindi annoverare tra le “unità immobiliari” un manufatto, anche solo semplicemente appoggiato al suolo, occorre che siano contemporaneamente soddisfatti, oltre ai requisiti di “autonomia funzionale e reddituale del bene” anche quello della “stabilità nel tempo”.
Tali requisiti sono posseduti anche dallo stabilimento balneare con strutture realizzate sull’arenile demaniale, anche per quelle semplicemente appoggiate sulla spiaggia.
Pertanto anche gli stabilimenti balneari ricadono nell’obbligo di inventario catastale e quindi di dichiarazione previsto per tutte le unità immobiliari.