Precisazioni sui controlli del visto di conformità sulle dichiarazioni


Fornite le opportune informazioni in merito ai nuovi controlli automatici implementati dall’Agenzia e riepilogate le casistiche in cui il visto di conformità deve ritenersi validamente apposto (CNDCEC – Nota 19 luglio 2019, n. 70).

A decorrere dal 2019, l’Agenzia delle entrate ha implementato nuovi controlli sulla regolarità dell’apposizione del visto di conformità sulle dichiarazioni fiscali: controlli automatici effettuati, soltanto per talune specifiche fattispecie, in sede di ricezione delle dichiarazioni da parte del servizio telematico Entratel. In tali fattispecie, la ricevuta telematica rilasciata dal servizio Entratel in seguito al positivo esito della trasmissione della dichiarazione darà informazione circa l’eventuale irregolarità del visto di conformità rilasciato dal professionista, con un apposito messaggio inserito nella sezione “SEGNALAZIONI” della ricevuta stessa.
Al fine di precisare i casi in cui il visto di conformità deve intendersi validamente rilasciato dai professionisti abilitati, l’Agenzia delle entrate ha anche implementato le istruzioni relative alla compilazione della sezione “VISTO DI CONFORMITÀ” del frontespizio dei modelli di dichiarazione da presentarsi nel 2019.