Pagamento telematico cumulativo della tassa automobilistica

Con il Provvedimento 3 dicembre 2019, n. 1404989, l’Agenzia delle Entrate ha previsto l’attivazione del servizio che consente alle aziende con flotte di auto e camion di effettuare il pagamento della tassa automobilistica di competenza delle Regioni Friuli Venezia Giulia e Sardegna in modo telematico cumulativo con addebito diretto in conto corrente bancario o postale.

A decorrere dal 9 gennaio 2020, le aziende (o più in generale i soggetti titolari di partita IVA attiva) che siano proprietari, usufruttuari, acquirenti con patto di riservato dominio o utilizzatori a titolo di locazione finanziaria di veicoli (auto, moto e camion), tenuti al pagamento della tassa automobilistica di competenza delle Regioni Friuli Venezia Giulia e Sardegna, possono assolvere all’adempimento attraverso il servizio telematico dell’Agenzia delle Entrate di pagamento cumulativo con addebito diretto su conto corrente bancario o postale.
Il servizio di pagamento cumulativo consentirà, soprattutto alle aziende con un elevato numero di veicoli, di semplificare gli adempimenti connessi al pagamento della tassa automobilistica, data l’accessibilità direttamente dalla propria sede, con l’ausilio di un PC, una linea internet attiva e le credenziali di accesso ai servizi Entratel o Fisconline.
Una volta eseguito l’accesso ai servizi telematici nell’area autenticata, è possibile utilizzare la funzionalità on line “Pagamento cumulativo tassa automobilistica” per inserire le informazioni relative ai veicoli per i quali si vuole effettuare il pagamento.
Il versamento delle somme dovute per le posizioni inserite avviene con addebito su un conto intestato all’utente aperto presso un intermediario della riscossione convenzionato con l’Agenzia delle Entrate, indicando il codice IBAN del conto da addebitare e il codice fiscale dell’intestatario del conto stesso.
Acquisiti i dati necessari per il pagamento, il servizio rilascia un’attestazione di prenotazione, che costituisce soltanto la prova dell’accoglimento della richiesta di pagamento.
Successivamente, solo a seguito della conferma di addebito in conto da parte dell’intermediario della riscossione, il servizio fornisce l’attestazione di avvenuto pagamento contenente gli estremi del versamento, che costituisce la prova del buon esito dell’operazione.
Viceversa, in caso di mancato addebito, il servizio rilascia attestazione di esito negativo, contenente il motivo del mancato addebito.
Le attestazioni sono rese disponibili all’interno dell’applicazione “Pagamento cumulativo tassa automobilistica”, con la possibilità di scaricarle e archiviarle in locale.
In caso di cessazione della partita IVA non sarà più possibile accedere al servizio e, conseguentemente, consultare e prelevare le attestazioni. Tuttavia, qualora fosse necessario, sarà possibile acquisire le informazioni utili rivolgendosi all’ufficio territorialmente competente in base al proprio domicilio fiscale.
Il servizio telematico di “Pagamento cumulativo tassa automobilistica” può essere utilizzato anche per effettuare il versamento tardivo delle tasse automobilistiche con termine di pagamento antecedente il giorno 9 gennaio 2020.
In ogni caso, resta comunque la possibilità di effettuare il pagamento della tassa automobilistica con le ordinarie modalità di versamento previste dalla normativa vigente.