Indicazioni operative sui versamenti previsti dalla contrattazione collettiva edile

Forniti chiarimenti in merito alla corretta applicazione di alcuni dispositivi normativi al CCNL Industria e cooperazione, artigianato, piccola impresa.

La CNCE ha fornito alcuni chiarimenti al fine di consentire la corretta applicazione dei dispositivi contrattuali relativi, in particolare, le più rilevanti sono le seguenti:


 


1) FONDO SANITARIO IMPIEGATI
L’approvazione del Regolamento del Fondo potrà prevedere diverse modalità per i suddetti versamenti


I riferimenti del conto e il contatto (Ente/ ufficio) di riferimento per i versamenti diretti alle Casse sono gli Uffici territoriali delle singole Casse o gli uffici della CNCE.
La Cassa può utilizzare la propria base di censimento laddove il contributo venga versato tramite la Cassa medesima
Il calcolo del contributo va effettuato, per un massimo di 12 mensilità, sulle seguenti voci retributive:
– Minimo
– Contingenza
– Edr
– Premio di produzione,

2) CALCOLO IMPONIBILE CONTRIBUTIVO
La base imponibile per il calcolo delle nuove contribuzioni è diversa dagli altri contributi Cassa edile attualmente in essere.
Nella base imponibile del contributo al Fondo Sanitario non va ricompreso il superminimo per gli operai.
La paga oraria delle imprese artigiane è composta anche dalla voce retributiva AFAC. Tale voce deve calcolarsi ai fini della determinazione del contributo dei Fondi dei fondi sopra indicati


 


3) MODALITÀ DI CALCOLO DELLE 120 ORE LAVORATE
Per gli operai in part time il contributo si calcola sempre sulle 120 ore anche laddove le ore lavorate non le raggiungono.


Inoltre, il calcolo deve effettuarsi unicamente sulle ore effettivamente lavorate e qualora non si raggiungano le 120 ore, il contributo andrà comunque versato un minimo di 120 ore.
Il contributo andrà versato sulla base delle 120 ore minime lavorate. Il minimale di 120 ore deve in ogni caso essere preso a riferimento per il calcolo del contributo a seconda delle decorrenze previste nei rispettivi accordi .
Per i lavoratori a chiamata, laddove le 120 ore effettivamente lavorate non vengano raggiunte, il contributo sarà comunque calcolato sul minimo delle 120 ore
Il contributo per gli operai va calcolato per tutte le mensilità in cui il lavoratore è presente nella denuncia fino ad un massimo di 12 mensilità