Firmato accordo su esuberi tra OO.SS. e TIM



Siglati, il giorno 11/6/2018, tra TIM S.p.a. e SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL, UGL Telecomunicazioni, Unitamente al Coordinamento Nazionale R.S.U., gli accordi sulla solidarietà difensiva e la gestione degli esuberi


Con l’accordo siglato presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali le Parti hanno individuato gli strumenti da utilizzare per la gestione delle ricadute sui livelli occupazionali connesse al Piano Strategico 2018-2020.
Il citato Accordo ha previsto l’applicazione del Contratto di Solidarietà difensiva di cui all’art. 21, comma 1, lettera c) e comma 5, del D.Lgs. 14/9/2015, n. 148 per un periodo complessivo di un anno nonché delle misure previste dall’art. 4 commi da 1 a 7-ter, della legge n. 92/2012 per facilitare l’uscita consensuale anticipata dei lavoratori vicini al raggiungimento dei requisiti minimi per il pensionamento, con l’obiettivo di gestire esclusivamente con strumenti non traumatici le eccedenze dichiarate in relazione al Piano 2018-2020.
In coerenza con quanto definito nel citato Accordo con il ML, le Parti hanno siglato più verbali:


1) un accordo quadro nel quale dichiarano che avvieranno un articolato confronto volto alla valorizzazione del sistema delle Relazioni Industriali e all’approfondimento di tematiche specifiche, quali il premio di risultato, il secondo livello di contrattazione, le ferie e i permessi.


2) un accordo relativo all’incidenza del Contratto di solidarietà su alcuni istituti contrattuali, nel quale le parti hanno convenuto che per il periodo di applicazione del Contratto, le ferie e i permessi annui retribuiti sono riconosciuti dall’Azienda per l’intera spettanza teorica;


3) un accordo relativo all’importo una tantum derivante dalle verifiche sul Contratto di solidarietà 2018, nel quale Parti si impegnano ad effettuare una verifica complessiva a livello nazionale dello stato di attuazione del piano di gestione degli esuberi in relazione gli strumenti operativi adottati. Qualora dall’esito della sessione di verifica, da effettuare entro il mese successivo alla conclusione del periodo di Integrazione Salariale, emergano concordi evidenze positive in merito agli obiettivi di piano, TIM S.p.A. si impegna a erogare – entro i successivi due mesi – ai lavoratori cui è stato applicato il Contratto di Solidarietà, una Una Tantum sulla base dei seguenti importi medi annui









Livelli

Importo medio annuo lordo

3, 4, 5 e 5S 406,00
6, 7 e Quadro 1.292,00


4) un accordo relativo all’importo una tantum derivante dalle verifiche sul Contratto di solidarietà 2015, nel quale Parti dichiarano di aver effettuato una verifica complessiva a livello nazionale dello stato di attuazione del piano di gestione degli esuberi 2015-2017 in relazione gli strumenti operativi adottati. Dall’esito della sessione di verifica sono emerse concordi evidenze positive in merito agli obiettivi di piano, pertanto TIM S.p.A., come previsto dall’Accordo TIM del 27/10/2015 e dall’Accordo TI.IT del 5/10/2016, erogherà – con le competenze del mese di luglio 2018 – ai lavoratori cui è stato applicato il Contratto di Solidarietà, una Una Tantum sulla base dei seguenti importi medi annui lordi:









Livelli

Importo medio annuo lordo

3, 4, 5 e 5S 400,00
6, 7 e Quadro 1.200,00