Determinato l’EVR per l’industria edile di Cuneo



Il giorno 18/3/2019, tra l’ANCE Cuneo assistita da Confindustria Cuneo e la FENEAL-UIL, la FILCA-CISL, la FILLEA-CGIL, si è stipulato il seguente accordo sulla verifica e determinazione annuale dell’EVR.


Le Parti firmatarie si sono incontrate per analizzare l’andamento degli indicatori e hanno convenuto che per il periodo 1/1/2019 – 30/11/2019, sussistano le condizioni per l’erogazione dell’EVR.
Considerata l’incidenza ponderale dei due indicatori di cui sopra, che risultano positivi, l’ammontare dell’EVR riconosciuto a livello provinciale sarà pari al 50% del 4% (pari al 2%) del minimo retributivo mensile in vigore alla data dell’1/7/2014.































Livello

Minimo all’1/7/2014

2%

7 1.630,71 32,61
6 1.467,63 29,35
5 1.223,02 24,46
4 1.141,51 22,83
3 1.059,96 21,20
2 953,97 19,08
1 815,36 16,31


Ogni impresa iscritta alla Cassa Edile della Provincia di Cuneo procederà al calcolo dei seguenti due parametri aziendali, con le medesime modalità temporali definite a livello territoriale:
– Ore di lavoro denunciate in Cassa Edile;
– Volumi di affari IVA, così come rilevabile dalle dichiarazioni annuale IVA.
Qualora i suddetti due parametri risultino entrambi pari o positivi rispetto al triennio precedente, l’Azienda provvederà ad erogare l’EVR nella misura stabilita a livello provinciale a decorrere dall’1/4/2019, unitamente agli arretrati dal mese di gennaio 2019.
Qualora a livello aziendale uno solo dei parametri risultasse negativo, l’Azienda erogherà I’ EVR a decorrere dall’1/4/2019, unitamente agli arretrati dal mese di gennaio 2019, secondo quanto previsto dal vigente CCNL (40% del 4% e, cioè, 1,6%, del minimo retributivo mensile in vigore alla data dell’1/7/2014.)































Livello

Minimo all’1/7/2014

40% del 4%

7 1.630,71 26,09
6 1.467,63 23,48
5 1.223,02 19,57
4 1.141,51 18,26
3 1.059,96 16,96
2 953,97 15,26
1 815,36 13,04


 


Laddove entrambi i parametri a livello aziendale risultassero negativi, l’EVR non sarà erogato.
Resta fermo quanto previsto dal vigente CCNL per le imprese con solo impiegati e per quelle di nuova costituzione.