Credito Cooperativo Toscana: premio di risultato 2019



14 ott 2019 Siglato l’8/10/2019, tra la FTBCC, la FABI, la FIRST-CISL, la FISAC-CGIL, la SINCRA UGL, la UILCA, l’accordo sindacale di secondo livello (territoriale) per l’erogazione del premio di risultato 2019 (esercizio 2018) a favore dei dipendenti del Credito Cooperativo toscano.


Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente accordo.
Le somme erogate in forza del presente accordo, a titolo di Premio di Risultato 2019 (esercizio 2018) ai dipendenti delle BCC aderenti alla FTBCC, nonché ai dipendenti della FTBCC medesima, di Assicooper Toscana Srl e Cassa Mutua Toscana BCC, essendo riconducibili ad incrementi di produttività e redditività, in relazione ai risultati riferibili all’andamento economico, sono assoggettate alla normativa previdenziale e fiscale vigente in materia di tassazione agevolata e sgravi contributivi a favore delle somme erogate in esecuzione di contratti collettivi di lavoro sottoscritti a livello aziendale o territoriale a titolo di retribuzione di produttività.
I dipendenti entro e non oltre il 17/11/2019 devono manifestare la volontà di avvalersi delle prestazioni di welfare indicate nella tabella “prestazioni welfare“, specificando la casistica e l’entità della quota del PDR da destinarvi, mediante l’utilizzo dell’apposita procedura informatica, secondo le modalità che saranno comunicate dal datore di lavoro con apposito ordine di servizio e fornendo i relativi originali dei giustificativi delle spese sostenute. Il portale, per quest’ultimo adempimento, sarà aperto per l’utilizzo dei servizi contenuti e previsti dal giorno 27/11/2019 al giorno 30/9/2020.
In caso di mancata consegna dei giustificativi entro il 30/9/2020, il residuo sarà versato sulla posizione del lavoratore presso il Fondo Pensione Nazionale (FPN), con applicazione della relativa disciplina fiscale tempo per tempo vigente.
Ritenendo che il ricorso a forme di welfare aziendale, migliorando il benessere privato e lavorativo del personale, sia elemento di elevato valore sociale e fattore aggiuntivo di competitività aziendale, in caso di opzione per la fruizione delle suindicate “prestazioni welfare” in sostituzione, in tutto o in parte, del PDR, l’Azienda incrementerà, nella misura percentuale del 20%, l’importo destinato dal dipendente a tali prestazioni, nel rispetto dei limiti di cui alla legislazione vigente.
















































2018 Indici per Equivalenza Toscana

PDR es. 2018 da pagare a NOV. 2019

Elba 44.988,49
Banco Fiorentino 533.509,02
Anghiari e Stia 93.526,29
Pescia e Cascina 198.717,12
Valdarno Fiorentino 9.162,58
Valdichiana 204.429,75
Chianti Banca 531.583,54
Versilia e Lunigiana 99.865,02
Pontassieve 42.998,70
Valdarno 138.861,29
Vivai Banca 0,00
Tema 273.991,41
Cras 401.079,21
Alta Toscana 380.622,44
Totale/Media 2.953.334,85