Assicurazione infortuni domestici, servizi telematici Inail obbligatori dal 1° gennaio


Con circolare 30 dicembre 2019, n. 37, l’Inail illustra i servizi telematici relativi all’assicurazione contro gli infortuni domestici, per la prima iscrizione, il rinnovo, l’iscrizione dei soggetti esonerati dal versamento del premio e la cancellazione.


Come noto, a seguito delle recenti modifiche normative (art. 1, co. 534, L. n. 145/2018; D.M. 13 novembre 2019), è stata ampliata e migliorata la tutela assicurativa delle persone che svolgono, a titolo gratuito e senza vincolo di subordinazione, un’attività rivolta alla cura dei componenti della famiglia e dell’ambiente domestico, in modo abituale ed esclusivo. Per nucleo familiare va considerata la famiglia anagrafica (art. 4, D.P.R. 30 maggio 1989, n. 223), ovvero l’insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, unione civile, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti e aventi dimora abituale nello stesso comune; la famiglia anagrafica può essere costituita da una sola persona. L’ambito domestico, invece, va inteso quale insieme degli immobili di civile abitazione e delle relative pertinenze ove dimora il nucleo familiare dell’assicurato; qualora l’immobile faccia parte di un condominio, l’ambito domestico comprende anche le parti comuni condominiali. Il lavoro domestico si considera svolto in via esclusiva allorché l’assicurato non svolga altra attività che comportino l’iscrizione presso forme obbligatorie di previdenza sociale.  L’assicurazione è obbligatoria per le persone di età compresa tra i 18 e i 67 anni (L. 3 dicembre 1999, n. 493).
L’ampliamento della tutela ha riguardato:
– l’abbassamento al 16% del grado di inabilità permanente, necessario per la costituzione della rendita;
– la corresponsione di una prestazione una tantum di importo pari a euro 300,00, qualora l’inabilità permanente accertata sia compresa tra il 6 e il 15%;
– il riconoscimento dell’assegno per l’assistenza personale continuativa ai titolari di rendita che versano in particolari condizioni menomative.
In relazione a tale ampliamento delle prestazioni, a cui si ha diritto per gli eventi infortunistici avvenuti dal 1° gennaio 2019, l’importo del premio assicurativo decorrente dalla predetta data è stato fissato, a carico dei soggetti obbligati, in misura pari ad euro 24,00 annui, non frazionabili. All’assicurazione non si applica il principio dell’automaticità delle prestazioni.
Ciò premesso, dal 1° gennaio 2020 sono stati avviati una serie di servizi telematici, tra cui:
– “Domanda di iscrizione e richiesta avviso di pagamento”. Il servizio costituisce la modalità esclusiva con cui i soggetti in possesso dei requisiti assicurativi devono richiedere la prima iscrizione e ottenere l’avviso di pagamento PA per effettuare il versamento del premio e assicurarsi contro gli infortuni domestici. La domanda contiene i dati anagrafici del richiedente e l’autocertificazione della sussistenza dei requisiti assicurativi e la relativa data di decorrenza. Essa deve essere presentata almeno alla data di maturazione dei requisiti. In sede di prima iscrizione, il pagamento del premio è considerato nei termini se effettuato, entro 10 giorni dalla data di maturazione dei requisiti e la copertura assicurativa opera da tale ultima data. Qualora l’utente dichiari nel servizio di aver maturato i requisiti assicurativi a una data precedente a quella del giorno in cui compila e trasmette la domanda di iscrizione, l’avviso di pagamento elaborato dal sistema riporta come data di scadenza del pagamento la data di trasmissione della domanda di iscrizione maggiorata di dieci giorni e l’importo del premio è maggiorato di una somma pari alla metà del premio stesso, se questo è effettuato entro 60 giorni dalla scadenza, ovvero pari all’ammontare del premio stesso, se il pagamento è effettuato oltre tale termine. In caso di domanda tardiva, l’assicurazione decorre dal giorno successivo al pagamento del premio, poiché all’assicurazione contro gli infortuni domestici non si applica il principio dell’automaticità delle prestazioni;
– “Domanda di iscrizione e rinnovo con dichiarazione sostitutiva”. Il servizio è rivolto ai soggetti in possesso dei requisiti assicurativi e dei requisiti reddituali personali e del nucleo familiare che danno diritto all’esonero dal versamento del premio e deve essere utilizzato dagli utenti sia per effettuare la prima iscrizione all’assicurazione, sia per rinnovare l’assicurazione entro il 31 gennaio di ogni anno. Al riguardo, il premio assicurativo è a carico dello Stato per i soggetti titolari di redditi lordi non superiori a 4.648,11 euro annui e appartenenti a un nucleo familiare il cui reddito complessivo lordo non sia superiore a 9.296,22 euro annui, con riferimento al secondo anno precedente la presentazione della dichiarazione sostitutiva;
– “Invia la richiesta di cancellazione dall’assicurazione”. Il servizio permette agli utenti di comunicare all’Inail di non essere più in possesso dei requisiti assicurativi e richiedere quindi la cancellazione dall’assicurazione. Non è necessario trasmettere la richiesta dopo il compimento del 67° anno di età in quanto l’Inail provvede a cessare automaticamente la posizione assicurativa al 31 dicembre dell’anno.
Per accedere ai servizi l’utente deve essere in possesso delle credenziali di accesso dispositive rilasciate dall’Inail o dall’Inps per l’utilizzo dei propri servizi telematici, della Carta nazionale dei servizi (CNS), ovvero delle Credenziali SPID.